Portafoto Girasoli

Olio su tela

GIRASOLI DI VINCENT VAN GOGH

Il supporto originale è un porta campionario, che ho subito immaginato come album per foto speciali!

L’ho smontato e levigato, così era possibile incollare della tela sopra per poi ammannirla con Gesso da doratori e colla Lapìn e creare un cartone telato dove poter dipingere.

La scelta, vista la forma, è subito caduta sui Girasoli di Van Gogh, uno dei miei dipinti preferiti.

Van Gogh viveva un periodo felice in quel momento della sua vita, era stato a Parigi, aveva conosciuto gli impressionisti ed aveva acquistato la consapevolezza di esse diventato un grande pittore, ma non si fermava! Era partito per Arles e il paesaggio, e i colori della Provenza del <<cielo più chiaro che abbia mai visto>> lo facevano lavorare con gioia.

Gauguin lo ritrarrà proprio nell’atto di dipingere i girasoli.

In quest’opera la luce non arriva dall’esterno, appiattendo e smorzando i colori ma brilla dall’interno amplificandone la potenza cromatica.

Per dipingere quest’opera è necessario procedere per piani, dopo aver realizzato il disegno preparatorio ho dato una base di colori ad olio partendo dalla parete di fondo, per poi passare al tavolo, poi al vaso e infine i fiori, cominciando a dipingere quello che sta più indietro di tutti. Tra una mano e un’altra è importante lasciar asciugare il colore, che altrimenti si mischierebbe, e ricominciare le stesure successive fino a raggiungere la matericità e la forza delle pennellate di Van Gogh sempre procedendo per piani.